Il consulente

La nostra realtà, in piena fase di sviluppo, sta cercando figure professionali, quali consulenti e agenti di viaggio. Allo scopo diamo una panoramica delle nostre necessità, che partono dalla possibilità di svolgere una consulenza base (che permette d’iniziare subito l’attività a costo zero), per poi crescere professionalmente aumentando i servizi, scegliendo le altre soluzioni. Non è comunque un rapporto di lavoro subordinato con assunzione, ma sarà semplicemente un rapporto di collaborazione regolato dalle leggi vigenti in materia. Per la Bonobo Network, il consulente dovrà essere figura di riferimento attiva sul territorio di competenza (grande area metropolitana, provincia).

Il consulente può essere

Di stretta provenienza turistica e/o commerciale (agente di viaggio ancora attivo o ex), con e/o senza struttura propria (agenzia di viaggi, ufficio di rappresentanza, o locale specificatamente dedicato, anche eventualmente in co-working) con capacità di muoversi autonomamente sul territorio (automunito) verso l’utenza. Dimestichezza con le biglietterie e relativi CRS, con i prodotti e le politiche dei T.O., con i sistemi informatici (meglio se utilizzatore di portatile)

oppure, anche alla prima esperienza nel mondo del turismo, ma pronta a mettersi in gioco, di spirito creativo,
con senso di appartenenza a un gruppo vincente, umile quel tanto che basta per buttarsi nella mischia della voglia d’imparare e lavorare duro per un obiettivo.

Il consulente dovrà

il prodotto Bonobo Travel Network, a utenza privata. aziendale, istituzionale e associativa, ivi comprese parrocchie, cral, associazioni, etc.

Mantenere implementando il proprio bacino di utenza di privati proponendo il prodotto Bonobo Travel Network dedicato agli individuali. Deve poter gestire proposte sia da pacchetto Tour Operator, sia il self-made, in grado di costruire soluzioni di viaggio tramite DMC (corrispondenti).

Visitare e interagire con aziende PMI proponendo loro soluzioni sia leisure per i dipendenti, che “pacchetti” per il business travel

Riuscire ad agganciare il traffico etnico, tramite circoli culturali, centri assistenza, comunità e altro.

Networking con le varie figure istituzionali del territorio per valutare la collaborazione mirata allo sviluppo turistico della zona, acquisendone le necessità.